Argentina: El campo / by vito corvasce

GALLERY 

Entre Rios, una delle regioni dell’Argentina nord-orientale, una regione incentrata sulle tradizioni ed i gusti, sui campi e sulla loro nostalgia. La nostalgia, passeggiando per le vie incantate nella loro semplicità, sembra essere un mood essenziale che bambini, uomini e donne, anziani e animali, contribuiscono a rinvigorire giorno dopo giorno.

Tra le tante bizzarrie dell’Argentina, alcune città di questa regione hanno maggiormente solleticato la mia voglia di carpire immagini e trarne racconti fotografici. Tra parcheggi abbandonati in cui campeggiano imponenti giganti del trasporto e strade sterrate, alberelli lasciati alla loro fragile vita sembrano assistere passivamente al trascorrere della routine cittadina. Dove il fango diventa gioco nella povertà, molti riescono a cogliere il meglio di ogni giorno, seppur possedendo ben poco. In un’era di sprechi e consumi fini a se stessi, vi è un mondo che vive ancora di piccole cose e semplicità. Dove i colori campeggiano nei murales che soli allegri tengono il ritmo in un’Argentina che sembra essersi stancata, la forza e l’energia degli animali nei campi imprime forza e vivacità ad un paesaggio malinconico.

Accarezzare e fotografare le dolci criniere dei cavalli, colpisce come toccare un essere umano, la sensibilità e l’emozione sono le stesse, anzi, talvolta quegli occhi color nocciola avrebbero tanti sogni da raccontare, tante avventure da vivere. Dai tramonti incantati ai sorrisi spontanei e trattenuti delle forze dell’ordine, macellerie vecchio stampo offrono carne a buon prezzo e gran gusto, da uomini d’altri tempi ai giovani che allegri si divertono con pochissimo mi stupisce osservare come il loro gioco preferito consista nello sporcarsi con il fango della strada, mentre poveri passanti devono restare in guardia per non essere sporcati a loro volta e coinvolti in un gioco che, solo nella sua malinconia e semplicità, è in grado di portare tanta allegria in una compagnia che ancora, rarezza in un mondo attuale, riesce a divertirsi e a ridere per così poco. Dove la ricchezza spesso genera tristezza e abbandono, pochi ancora in una regione dell’Argentina, riescono a vivere di semplicità.